giovedì 13 ottobre 2016

Faraway

Stare lontani l’uno dall’altra, in una storia d’amore, mi dicono sempre tutti che è difficile. Ascoltando chi non vive la mia stessa situazione, sembra addirittura impossibile. Tutte le volte che parlo della mia condizione (io a casa con la bimba e mio marito che lavora a turni – anche di mesi – all’estero), mi sento sempre dire frasi del tipo “non so come fai” o “io non ce la farei”. E, ogni volta, mi ritrovo a rispondere sempre la stessa cosa: è una questione d’abitudine. Non è una frase fatta né tantomeno un modo per fare l’esperta in materia: è proprio così. Quando si ama qualcuno dal più profondo del cuore (ed io ho scoperto questo tipo d’amore solo dopo aver conosciuto quello che poi è diventato mio marito), si impara il valore fondamentale della parola “impegno”. Questa parola è fatta di pazienza, di serietà, di compromessi. Non è solo una questione di farfalle nello stomaco e di innamoramento: l’amore vero, quello maturo, richiede impegno. Ed impegno, per me, significa non solo essere amorevole, ma crescere insieme, accettando che nella vita ci possano essere anche situazioni (chiamiamole così) “imperfette”. È proprio il tempo Imperfetto, uno dei più utilizzati da noi Italiani, che descrive quello che dico: è un’abitudine ripetuta, nel passato, che può sempre cambiare in un futuro diverso e meno “imperfetto” …

Living faraway from each other, in a relationship, seems to be difficult for many. Listening to who doesn’t live my situation, it seems to be nearly impossible, honestly speaking. Every time I talk about my condition (me at home with my little girl and my husband abroad for work), I often hear “I don’t understand how you can do it” or “I wouldn’t be able to do that”. And, every time, my answer’s the same: I got used to it. It’s not a set phrase and I don’t feel I’m an expert in this field: it’s just like this. When you really love someone (and I found the real love only when I met my husband the first time), you learn the fundamental value of the word “dedication”. This word is made of patience, reliability, compromises. It’s not just a matter of warm fuzzies or being in love at the very beginning: the real love, I mean the mature one, requires dedication. And the dedication, for me, means not only being loving, but growing up together, accepting the fact that in life you would need to face “imperfect” situations. The “Imperfect” is one of the most used conjugation in the Italian language and it perfectly describes what I’m talking about: it’s a repeated habit, in the past, but this doesn’t mean that it can change in a different and less “imperfect” future…

Diesel jeans
Hogan Rebel sneakers
Gabs bag

MUSIC: È Stato Un Attimo, Mario Venuti
INSPIRATION: Fa troppa luce la parola sempre (Mario Venuti)

Nessun commento:

Posta un commento