mercoledì 13 aprile 2016

Colori

Lo scrittore giapponese Murakami sostiene che “ogni persona ha un suo proprio colore”: secondo me non c’è nulla di più vero. Spesso ci identifichiamo con un colore che diventa, sin da piccoli, il nostro “preferito”. Quel colore è la sfumatura che più ci rappresenta e, secondo me, è la sfumatura della nostra anima. Quest’anno le case di moda più famose hanno puntato molto sul colore in ambito make-up. Lancôme ha fatto centro nel mio cuore anche per la veste grafica scelta, tutta basata sullo stile parigino. Ecco quindi due gioielli che non dovreste perdere, anche perché si tratta di edizioni limitate:
  • La palette My Parisian Pastels, un insieme di 9 piccoli cubetti racchiusi in una scatolina di latta dalle dimensioni pocket; ogni cubo si può utilizzare sia come ombretto, sia come illuminante viso.
  • Il blush della linea My Parisian, rotondo e piccolo, in un formato adattissimo alla borsetta; la texture è vellutata per una luminosità tutta naturale.
Provateli anche voi: non c’è niente di più bello di quando il trucco si veste di gioco e colore! 

The Japanese writer Murakami said, “Everyone has her/his own color”: this is true. We always identify ourselves with a favorite color, since we were child, and that shade is the color of our soul. This year the most famous fashion houses invested in colors in their make-up. Lancôme gathered correctly, especially for the graphic appearance in perfect, Parisian Style. So these two are little jewels you should not miss (also considering that they’re limited edition):
  • My Parisian Pastels Palette, a little box with 9 tiny cubes in it; every cube can be used whether as eye shadow or blush. 
  • My Parisian Blush, round and little, perfect for the bag; the texture is smooth and the effect is super natural.
Try them: there’s nothing better than a funny and colorful make-up!


MUSIC: Collors, Fractal System & Tough Art
INSPIRATION: Ogni persona ha un suo proprio colore, una tonalità la cui luce trapela appena appena lungo i contorni del corpo. Una specie di alone. Come nelle figure viste in controluce (Haruki Murakami)

Nessun commento:

Posta un commento