mercoledì 5 agosto 2015

A different speech

Quando costruisco un look, molto spesso lo faccio già con la consapevolezza di quello che andrò a scrivere nel relativo post sul blog. Tuttavia, ci sono momenti in cui ho una sorta di “blocco dello scrittore”, nel senso che non ho nulla da scrivere. Con questo non intendo dire che non sta succedendo nulla di interessante nella mia vita, ma magari nulla che sia veramente appropriato per il blog. Magari potrei parlare più e più volte delle mie avventure da mamma, ma odio essere ripetitiva e soprattutto non voglio che il blog si trasformi in qualcosa che non è mai stato. E allora, finché non accade qualcosa di inerente a ciò che riguarda il mio stile o il modo in cui io vedo la moda, lascio che siano le foto a parlare per me… 

When I think about a look, I often have already the idea of what I’m going to write on the related post on the blog. However, sometimes I’ve got the “writers-block”, just because I’ve nothing to write about. This doesn’t mean that nothing exciting is happening in my life, but simply that there’s nothing appropriate for the blog. I could talk about my mom’s adventures, of course, but I hate being repetitive and, in the same time, I don’t want the blog to turn into something it’s not. So, at least since there’s no news in my life regarding my style or the way I see fashion, I let the pictures speak for me…

 
Tee: Sun68 
Shorts and bag: Diesel
MUSIC: Don’t Speak, No Doubt 
INSPIRATION: Before I speak, I have something important to say (Groucho Marx)

Nessun commento:

Posta un commento