lunedì 7 ottobre 2013

Running through the monsoon...

Il tempo di questi giorni parla quasi la lingua dei monsoni. Il cielo si colora delle più svariate tonalità del grigio, l'aria quasi si tocca per la forte umidità, i termosifoni iniziano a scaldarci e nel weekend ci rifugiamo nel nostro angolino preferito, con una bella coperta attorno e una tazza di tè fumante nelle mani gelate. L'Autunno è la stagione che celebra la casa, il focolare, e lo fa deliziandoci con colori e profumi davvero inebrianti. Ho scelto questo momento per... darci un taglio! Sì, perché quando la stagione cambia amo cambiare anch'io. Per questo nelle immagini sotto vedrete il nuovo taglio di capelli, che spero incontri il vostro favore così come ha saputo conquistare me.

The weather in these days talks about monsoons. The sky is painted in grey shades, it seems that you can touch the air, due to the intense humidity, the radiators starts warm us up and in the weekends we take refuge in our comfortable corner, with our preferred blanket and a cup of tea on our cold hands. The Autumn is the season of our home, and it's able to delight us with heady scents and colors. I chose this moment to... have a different haircut! Yep, cause when the season changes, I love change myself, too. You can see in the below pictures this new haircut: I hope you can like it as I do.

Jeans: Diesel
Fleece jacket: Sun68
T-shirt: Romeo & Julieta – Egon Valdagno
Leather jacket: MCS
Silk vintage scarf
Sneakers: Hogan Rebel
Bag: Twin-Set

MUSIC: Monsoon, Tokio Hotel
INSPIRATION: Acqua, limpida fonte dei sogni miei... In te mi immergo con l'innocenza di un bambino, e vedo disegni e figure dai contorni impalpabili. Vedo la mia immagine riflessa e piena di luce: io sono in te e tu sei in me... Ti vedo etereo e limpido spettro che imprigiona gocce di luce... Sei lucente specchio argenteo che abbraccia l'infinità del cielo... Acqua cristallina, chiara, azzurra, trasparenza sottile, leggerezza impalpabile, profumo effimero, abbraccio soffocante... Fresco desiderio della mia gola arsa, caldo ristoro per le mie membra, limpida come i miei occhi da bambina... Se mi avvolgi mi sento libera...
Acqua... Immensa distesa di vita...
(Laboratorio Teatrale Valdagno, 1998)

Follow me on Bloglovin

Nessun commento:

Posta un commento