giovedì 18 luglio 2013

Montreal

Prima tappa del mio viaggio “on the road”, Montreal ha il fascino delle capitali europee. La vera cosa che ti fa intuire di essere in Canada è la presenza di polmoni verdi di enormi dimensioni un po' ovunque. Il punto più suggestivo di Montreal è sicuramente il Parc du Mont-Royal, dal cui Belvedere si può ammirare la città all'alto. Si tratta di un posto magico anche per gli animali che vi si possono incontrare (coi quali è davvero facile fare amicizia!): procioni, scoiattoli, oche e piccoli roditori sono solo alcune delle specie che popolano il parco. La sola, vera difficoltà nell'affrontare la salita al Belvedere è il numero infinito di scalinate che si devono fare... Solo l'ultima rampa conta 256 gradini! Quindi, armatevi di scarpe comode (non come le ballerine Tod's che indosso qui, che, per quanto comode, non sostituiscono un bel paio di scarpe da ginnastica) perché la passeggiata è davvero impegnativa. Altra caratteristica climatica di Montreal è il vento. Ai primi di Giugno soffiava sempre una brezza piuttosto gelida, per cui vi consiglio vivamente di portarvi un giacchino (tipo giacca a vento, come il Brema che indosso nelle foto) e una sciarpa per ripararvi nei punti più esposti. Anche un capo con cappuccio o un cappellino non sono una cattiva idea (nelle foto, benché non così visibile, ho una felpina di Tommy Hilfiger con cappuccio). Altro consiglio? Scegliete una borsa comoda, nella quale far stare tutto: la mia Armani Jeans delle foto, benché capiente, era più adatta alla sera perché difficile da portare in spalla. Per i giorni successivi a Montreal, infatti, ho scelto una più comoda tracolla. Altri punti interessanti da vedere in città? Sicuramente Saint Catherine Street, patria di un quartiere gay-friendly molto suggestivo e ricco di negozi; il porto, recentemente ristrutturato e ideale per una passeggiata in totale relax; tutto il quartiere Ville-Marie, centro nevralgico della vecchia Montreal, ricco di musei e splendide chiese.

First stop-over of my “on the road” trip, Montreal has the charm of European capital cities. The real thing that makes you understand you're in Canada is the presence of enormous green spaces all around the city. The most striking point in Montreal is the “Parc du Mont-Royal”, where you can enjoy the city from the top of its panoramic viewpoint. It's also a magical place for the animals (so friendly!) you can meet: raccoon, squirrels, gooses and small rodents are only some of the species you can see into the park. The only problem you have to face with to reach the viewpoint is the number of staircases you have to do... Only the last flight has 256 steps! For this reason, choose a comfortable pair of shoes (not like Tod's slippers you see in my pictures, because, even if they're really good, they can't replace a pair of sneakers), because the walk is really demanding. Another weather feature in Montreal is the wind. At the beginning of June there was a freezing breeze all the time, so my suggestion is always having with you a jacket (like the Brema parka in the pictures) and a scarf to be used in the most exposed points. Also an item with hood or a hat can be useful (in the pictures, even if not visible, I wear a Tommy Hilfiger hoodie). Another suggestion? Choose a comfortable bag, where you can put everything: my Armani Jeans bag, even if capacious, was more suitable for the evening than for the day, because it was difficult putting it on my shoulder. For the subsequent days in Montreal, in effect, I chose a more comfortable shoulder bag. Other interesting places to see in the city? Saint Catherine Street, a gay-friendly quarter full of shops; the old port, recently reorganized, ideal for a relaxing walk; all the Ville-Marie district, nerve center of the old Montreal, so full of museums and historical churches.


Other details of the look
Jeans: Diesel
Pants: Siviglia
Scarf: MCS
Sequined sneakers: Hogan Rebel
Shoulder bag: Gabs
 
MUSIC: That's Amore, Dean Martin
INSPIRATION: I never travel without my diary. One should always have something sensational to read in the train (Oscar Wilde)

Follow me on Bloglovin 

Nessun commento:

Posta un commento